Come interferisce la velocità del sito sull’indicizzazione?

10 Marzo 2020

La velocità del sito è fondamentale per il caricamento e la visualizzazione nel browser dell’utente secondo il motore di ricerca Google. Minore è il tempo necessario per caricare una pagine e migliore sarà l’indicizzazione, dunque il posizionamento SEO.

È necessario sapere che nel business online, il tempo di caricamento del sito è molto apprezzato quando non supera più di 2 secondi.

Si stima che circa il 40% dei visitatori abbandonano la navigazione quando la velocità di caricamento non riflette le loro aspettative.

Pertanto le aziende devono comprendere quando è essenziale dare a questo fattore l’importanza che merita.

In che modo influisce la velocità del sito sul posizionamento SEO?
Come interferisce la velocità del sito sull'indicizzazione?
Innanzitutto, i fattori che interferiscono sull’indicizzazione sono più di uno:

Quest’ultima, che è la più importante, si occupa di analizzare tutti i dettagli di un sito sulla base della user experience e quindi la soddisfazione dell’utente.

Può anche essere che la strategia da noi impiegata sia quella più corretta, tuttavia bisogna stare attenti ai file che carichiamo e come lo facciamo per evitare che un sito sia lento.

Per Google, l’utente è la cosa più importante; per questo motivo, ha a cuore il suo comfort durante la navigazione su Internet. Se il nostro sito web è lento durante il caricamento, il visitatore lascerà il sito stesso e aumenterà la frequenza di rimbalzo.

Detto ciò, avere una velocità bassa influisce sull’indicizzazione e quindi sulla nostra posizione in classifica.

Quando Google penalizza il nostro posizionamento SEO, viene colpito in modo negativo il nostro business, le nostre vendite. Per questo motivo, dobbiamo controllare il fattore velocità del sito in modo che il cliente non abbandoni il suo obiettivo di acquistare un prodotto o un servizio.

Ricapitoliamo l’importanza della velocità del sito attraverso i seguenti tre punti:

  1. Le pagine più veloci sono posizionate meglio
    Google quando esegue la scansione del web, da la precedenza nel posizionamento alle pagine più veloci. 
  2. La user experience dell’utente influisce sul posizionamento SEO
    Google è talmente intelligente da riuscire a individuare i siti che vengono abbandonati subito perché gli utenti si sono stancati di aspettare. 
  3. Una lunga attesa si trasforma in perdita di vendite
    Un sito web lento provoca la perdita di molti visitatori e quindi di potenziali clienti che erano pronti ad effettuare acquisti.

Come migliorare la velocità del sito?

Noi di Webateca ti forniamo preziose informazioni in grado di aiutarvi a migliorare la velocità del sito e di conseguenza l’indicizzazione:

# Ottimizzazione delle immagini
Anche se il server è veloce, nel momento in cui le immagini caricate hanno un peso notevole, il sito continua comunque a essere lento. Pertanto, è corretto inserire contenuti grafici con il giusto equilibrio qualità/peso.

# Migliorare l’Hosting
L’hosting è un elemento fondamentale che determina il tempo di risposta, la velocità del disco rigido installato e il sistema operativo del web. È consigliabile acquistare un hosting di qualità. Quelli economici o gratuiti sono limitati nello spazio e nelle applicazioni che offrono.

# Utilizzo della cache
La cache è una memoria che memorizza i dati più recenti di una pagina per evitare che gli utenti debbano caricare l’intero sito web ogni volta che accedono. 

# Uso di plugin necessari
Dobbiamo sapere che WordPress è molto più lento quando utilizza più plugin e soprattutto quando non sono ottimali. È necessario impiegare i plugin giusti affinché migliorino la velocità di caricamento del sito.

La tua indicizzazione è scarsa perché il tuo sito è lento? Mettiti in contatto con noi di Webateca professionisti in grado di studiare e migliorare nel modo giusto la velocità del sito.

Condividi:

READ MORE