Migliorare l’indicizzazione del sito web con il blog

03 Dicembre 2019

Migliorare l’indicizzazione del sito web con il blog, rafforzando il marchio, la visibilità e la reputazione online, dal momento che è posizionato nella mente del consumatore in modo più efficace. Quando un visitatore del blog diventa un lettore assiduo, lo hai già quasi conquistato.

Migliorare l’indicizzazione del sito web è possibile anche attraverso un blog ben fatto.

Utilità di un blog 

Un blog Aziendale serve principalmente per:

  • intercettare nuovi clienti
  • fidelizzare la tua audience di riferimento
  • costruire una community attorno al tuo brand
  • aumentare la tua autorevolezza nel tuo pubblico target
  • ottenere link in ingresso
  • svelare il volto umano del tuo brand
  • diffondere il tuo messaggio aziendale ed i suoi valori.

Come il blog aiuta a migliorare l’indicizzazione del sito web

La SEO (Search Engine Optimization) consiste nell’ottimizzare contenuti, pagine e struttura di un sito web attraverso una serie di strategie, per aumentare la quantità e la qualità di traffico che si ceve attraverso i risultati organici dei motori di ricerca.

Attraverso la SEO il blog può classificarsi ai primi posti nei risultati delle SERP, ossia delle pagine dei risultati create da Google e dagli altri motori, ogni volta che qualcuno avvia la ricerca di una determinata parola chiave o frase.

Le tecniche SEO permettono di migliorare il posizionamento nei motori di ricerca, che rappresentano ancora la maggiore fonte di traffico oggi disponibile.

Lo strumento più importante, a livello di SEO di un articolo, sono le parole chiave, ossia quei termini che gli utenti ricercano nei motori di ricerca per ottenere un determinato risultato.

migliorare l'indicizzazione del sito web

Elementi con cui il blog aiuta a migliorare l’indicizzazione del sito web

  • URL: preferire URL chiari e brevi contenenti la parola chiave.
  • Titolo e sottotitoli: è fondamentale che il titolo dell’articolo contenga la parola chiave, e, sarebbe opportuno inserirla anche almeno in un sottotitolo dell’articolo.
  • Tag Metadescription: Metadescription è il testo che compare sui motori di ricerca al di sotto del link della pagina. Serve per attirare ancora l’attenzione degli utenti, deve includere la parola chiave e deve invogliare l’utente a cliccare sul link per raggiungere la pagina del sito Web/blog pubblicato.
  • Inizio dell’articolo: usare la parola chiave all’interno della prima frase dell’articolo, ancora meglio se posta all’inizio della frase.
  • Densità: ripetere la parola chiave nell’articolo con una densità nel testo intorno al 2 – 3%, facendo in modo che sia ben inserita e contestualizzata.
  • ALT: sta per alternativo e si riferisce al testo attribuito alle immagini. Inserire un titolo e un testo alternativo (tag Alt) per le immagini inserite nei contenuti testuali. I motori di ricerca, infatti, nello scansionare la pagina per applicare l’algoritmo di posizionamento, valutano anche questi elementi che gli utenti normalmente non visualizzano, in modo da pesare anche la coerenza delle immagini usate con il contenuto testuale.
  • Articoli connessi: usare le parole chiave anche nei contenuti che puntano all’articolo interessato.
  • Varianti: non usare sempre la stessa keyword ma cerca di inserire anche le sue varianti più affini ed efficaci.
  • Lunghezza dell’articolo: la lunghezza minima di un articolo deve essere di almeno 300 parole, ideale sarebbero 1200-1500 parole in modo da ottimizzare al massimo gli articoli stessi.

Regola base per un blog ben indicizzato

Fondamentale è che i contenuti del blog siano di alta qualità ed originali.

Google punta al fatto che i contenuti siano innanzitutto utili agli utenti che li leggono.

Ecco perchè quando si crea un contenuto è basilare pensare sempre che non stai scrivendo per i motori di ricerca ma per i tuoi utenti.

Inserire nuovi articoli nel blog consente di migliorare l’indicizzazione del sito web: i motori di ricerca infatti prediligono i siti che vengono aggiornati di frequente, quindi un nuovo articolo di blog è visto come un fattore positivo.

Oltre a pubblicare contenuti per migliorare l’indicizzazione di un sito, si possono aggiornare contenuti esistenti anche cambiando poche parole e si possono persino ripubblicare gli stessi contenuti aggiornati cambiando la data.

Anche il numero di aggiornamenti conta, quindi più una pagina web viene aggiornata nel corso di un certo periodo di tempo e più alte saranno le possibilità di ricevere visite organiche.

Condividi: